Iscrizioni chiuse per il convegno “Sport e Pedofilia: i confini da non violare”

Sport e pedofilia: i confini da non violare”, sarà questo il tema dell’incontro organizzato il prossimo 9 marzo dal gruppo di Volley Futuro in collaborazione con il Consorzio Vero Volley: l’evento si terrà a partire dalle 9:30 presso la Candy Arena di Monza, in viale Stucchi, e vedrà la partecipazione di Paola Pendino, Magistrato del Tribunale di Milano. Il corso affronta temi di rilevante importanza in ambito sportivo, sociale e legislativo e ha raggiunto oggi il numero massimo di partecipanti; le iscrizioni sono quindi chiuse in anticipo.

I TEMI

Il convegno affronterà il delicato tema della relazione tra l’attività sportiva, le sue figure di riferimento, il mondo dei minori e il rischio della pedofilia. Tra gli argomenti trattati dal Magistrato, anche i ruoli delle figure di garanzia, la tutela della legge, i confini da non violare nell’instaurare un corretto rapporto con i minori e la valutazione di alcuni segnali che possono ricondurre a comportamenti abusanti o di bullismo.
L’appuntamento è rivolto a tutti gli addetti ai lavori del mondo dello sport, oltre che agli educatori impegnati con i minori, e sarà occasione per parlare e confrontarsi su un tema di grandissima importanza e attualità, guidati dalla competenza di Paola Pendino, attiva già da tempo nelle battaglie sul tema portate avanti da Cavallo Rosa, movimento di donne nato per denunciare casi di molestie nell’equitazione.

La mattinata inizierà alle 9:30 con il welcome coffee per tutti i partecipanti; a partire dalle 10 l’intervento del Magistrato e la sessione di domande e risposte, per arrivare alle conclusioni e ai saluti intorno alle 12:30.

L’appuntamento conferma ancora una volta l’attenzione dei componenti di Volley Futuro e il supporto del Consorzio Vero Volley su temi di approfondimento e di cultura, sportiva e non solo, al servizio delle società, dei genitori e degli stessi atleti.